📖 Correlazione tassi d’interesse e valute

Articolo di Luca Bardolla

L’andamento dei tassi di cambio e quello dei tassi d’interesse presentano una forte correlazione. Infatti una modifica dei tassi influisce direttamente sul valore di una valuta rispetto alle altre.

L’aumento dei tassi d’interesse incrementa la remunerazione degli attivi denominati nella valuta interessata, attirando, di conseguenza, un numero maggiore di investitori.

Un aumento dei tassi consente inoltre di contrastare un’inflazione eccessiva. L’inflazione fa perdere valore a una valuta sul mercato dei cambi. Un aumento dei tassi d’interesse influisce pertanto in modo positivo sul valore di una valuta. Ad esempio, se negli Stati Uniti vengono aumentati i tassi, in teoria il dollaro dovrebbe apprezzarsi rispetto alle altre valute. Pertanto, il tasso di cambio della coppia EUR/USD dovrebbe diminuire.

La riduzione dei tassi d’interesse diminuisce la remunerazione degli attivi denominati nella valuta di riferimento e favorisce l’inflazione. Pertanto, la valuta interessata si deprezzerà rispetto alle altre. Ad esempio, se negli Stati Uniti vengono tagliati i tassi, in teoria dovrebbe aumentare il tasso di cambio della coppia EUR/USD.

In qualità di prestatore della valuta nazionale, il tasso di interesse minimo in un paese è deciso dalla sua banca centrale. Funzionalmente, la banca centrale genera reddito per il tesoro nazionale concedendo prestiti alle banche commerciali e addebitando interessi.

Quando la banca centrale alza o riduce i tassi di interesse, i costi di indebitamento delle altre banche ne risentono. A loro volta, lo riflettono sui propri clienti applicando tassi più alti o più bassi nei propri servizi finanziari commerciali e al dettaglio.

Le banche centrali utilizzano le decisioni sui tassi di interesse per controllare il valore della valuta e orientare l’economia verso gli obiettivi di politica monetaria come bassa disoccupazione , elevato prodotto interno lordo (PIL) e tasso di inflazione stabile.

Il livello del tasso di interesse mostra il costo del prestito dalla banca centrale. Quando la banca centrale abbassa i tassi di interesse, le banche commerciali possono contrarre prestiti a tassi più convenienti. I prestiti alle imprese e ai privati ​​diventeranno più accessibili e stimoleranno l’economia. Nello scenario opposto, tutte le parti si asterrebbero dall’ottenere prestiti e l’attività economica si rallenterebbe.

I tassi di interesse sono indicatori economici che rallentano l’economia. Le decisioni sui tassi di interesse si basano sull’analisi dei dati passati di altri rapporti economici. Individuando le recenti tendenze economiche, la banca centrale può fare proiezioni e decidere di impostare i tassi di interesse più alti o più bassi o mantenerli così come sono.

Le decisioni sui tassi di interesse sono generalmente annunciate su base mensile o a intervalli di sei settimane. A volte, segue una conferenza stampa che spiega la decisione sui tassi di interesse e altre decisioni di politica monetaria prese.

Inizia ora a fare trading !

Scopri sul sito il percorso completo per chi parte da zero, le coaching private, i master ed i videocorsi.

Clicca il tasto sotto per essere contattato subito da un consulente.

RICHIEDI INFO SUI CORSI DI TRADING
Close

Se vuoi imparare a fare trading sei nel posto giusto, sono un trader professionista da 15 anni ed ai miei corsi di formazione hanno partecipato oltre 2000 persone in tutta Europa.

Per insegnarti ho creato e perfezionato negli anni due strumenti didattici unici e particolari:
- Il videocorso completo
- La SalaTrading™ 

Sei arrivato in un posto dove non impari cose base o semplici, qui hai un percorso professionale studiato in ogni dettaglio per renderti operativo sui mercati finanziari in poche ore e renderti un trader capace di operare in totale autonomia.